DSA e BES - Bisogni Educativi Speciali

“Può accadere che per alcuni alunni affrontare il percorso di apprendimento sia più difficile e complesso rispetto ai loro compagni. Il normale bisogno educativo come quello di sviluppare competenze o trovare la propria identità o l’accettazione di se, può diventare un bisogno educativo speciale a cui la scuola deve rispondere con un’azione adeguata e personalizzata”.

L’Istituto Scolastico Paideia nell’organizzazione dell’attività didattica e formativa tiene conto della singolarità e complessità di ogni alunno, attraverso una didattica che riconosce e valorizza le  differenze di ognuno e che consente il massimo sviluppo possibile delle capacità, delle abilità e delle potenzialità di ciascun alunno!

Il nostro Centro Studi,  non appena riceve la certificazione di DSA a predispone, come impone l’articolo 10 del Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) 122/99 sulla valutazione del profitto e la Legge 170/10 sui disturbi specifici di apprendimento – un apposito Piano Didattico Personalizzato, con l’indicazione delle misure compensative e dispensative da adottare nei confronti dell’alunno. Il nostro centro studi dispone di un personale adeguatamente formato, col fine di costruire una scuola realmente inclusiva per gli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento. Tutti gli insegnanti operano affinché l’alunno sia messo in una condizione tale da poter seguire la stessa programmazione della classe attraverso un atteggiamento di sensibile attenzione alle specifiche difficoltà e attraverso l’attivazione di particolari accorgimenti.

Il nostro Centro Studi crea per l'alunno un percorso personalizzato, promuovendone l'autonomia, la partecipazione e l'integrazione, attraverso l'uso di tecnologie informatiche, di metodologie didattiche attive e di strategie psicoeducative.

La Vicepreside risponde ad alcuni quesiti sull’argomento.

-          Quali alunni presentano Bisogni Educativi Speciali (BES)?

Ogni alunno, durante il proprio percorso formativo potrebbe manifestare l’esigenza di una speciale attenzione educativa. Questa attenzione potrebbe essere transitoria o continuativa, legata a motivi fisici, fisiologici, psicologici o dovuta allo svantaggio sociale e culturale, ai disturbi specifici dell’apprendimento, alle difficoltà incontrate dagli alunni stranieri. 

Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta quindi qualsiasi difficoltà sia oggetto di ostacolo in ambito educativo e partecipativo e che necessiti di una didattica flessibile, personalizzata e individualizzata.

-          Come viene riconosciuto un Bisogno Educativo Speciale?

 Il MIUR, attraverso la Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 “Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica“ ha individuato tre sotto-categorie di alunni con B.E.S. e precisamente: alunni con disabilità, per il cui riconoscimento è necessaria la presentazione della certificazione (Legge 104/92); alunni con disturbi evolutivi specifici, tra cui sono compresi i Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), il cui riconoscimento è effettuato attraverso la diagnosi (Legge 170/2010); alunni con svantaggio sociale, culturale e linguistico

In sintesi nel caso in cui uno studente presenti una disabilità oppure un DSA è necessario che sia presentata alla scuola la certificazione e la diagnosi. In tutti gli altri casi è il Consiglio di Classe che propone e motiva, sulla base di considerazioni didattiche e pedagogiche, l’individuazione di bisogni educativi speciali.

-          Quali sono le azioni e le strategie di intervento per i BES?

Una volta individuati gli alunni con bisogni educati speciali è necessario elaborare un percorso individualizzato e personalizzato anche attraverso la redazione di un Piano Didattico Personalizzato che serva come strumento di lavoro in itinere per i docenti ed abbia la funzione di documentare alle famiglie le strategie di intervento programmate. Gli alunni con bisogni educativi speciali possono avvalersi degli strumenti compensativi e delle misure dispensative previste dalla Legge 170/2010.

 

LINEE GUIDA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI ALUNNI E DEGLI STUDENTI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Contatti

Centro Studi Paideia
Via Collalto, 20
31100 Treviso (TV)

Tel. +39 0422 053247

Cell. +39 340 1228946

Fax 0422 053246

Mail: paideia.istituto@gmail.com

_____________________________

Attività didattiche e formative riconosciute ai sensi della Circolare Agenzia delle Entrate n.22/E del 18/03/2008 (ex presa d'atto)

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Centro Studi Paideia